Abitudini VS Abitudini

cari followers, buona sera a tutti, con l’articolo di oggi volevo condividere con voi una riflessione sulle abitudini… Ovvio non é nè un processo, nè un voler fare la morale a nessuno, ma un momento per ragionare e riflettere insieme. Ok? Continuiamo?

abit1

Intanto le abitudini sono buone o cattive? Sono costruttive o distruttive?
Le abitudini sono abitudini non sono nè buone nè cattive sono semplicemente UTILI, niente di più. Sono utili a noi stessi perchè ci fanno risparmiare tempo ed energie, vanno con il pilota automatico. Ma allora perchè di tanto in tanto ne parliamo in negativo? Cioè, per meglio dire, siamo “abituati” a notare solo quelle abitudini meno costruttive, quelle abitudini proprie o altrui che ci fanno sentire a disagio, o a cui attribuiamo un giudizio negativo. Faccio un esempio che forse é più semplice: mentre svolgo il mio lavoro in palestra, quasi sempre le persone nuove mi dicono “non sono costante”, oppure “non ho fiato, so che dovrei togliere le sigarette ma…”, altra cosa “sono movimenti che non sono abituato a fare”. Sono tutte abitudini, a mollare, a persistere con i vizi, e a rimanere al fare sempre e solo le stesse cose…
ATTENZIONE é il momento di una brutta notizia… dietro la parola “abitudine”, si nascondono le strategie del nostro INCONSCIO!

Già proprio così, le abitudini sono semplicemente, (per modo di dire), le strategie che il nostro inconscio trova più sicure per noi stessi. Un esempio: la Pigrizia. La pigrizia é una strategia molto “antica”, che paradossalmente ci ha portato all’evoluzione della specie. La pigrizia ha spinto i nostri avi ad inventare la ruota, il fuoco, le varie scoperte scientifiche, in qualche modo a restare il più a risparmio energetico possibile. Pensiamo ad oggi, grazie ad un app o ad internet possiamo visitare dal divano posti, nazioni e monumenti senza spostarsi; possiamo leggere un libro senza doverci alzare prendere il libro dalla mensola; possiamo fare la spesa con qualche click direttamente dal divano.  Ci siamo cosa intendo dire? Di per sè le abitudini ci servono, perchè ci danno la sicurezza del risultato: fumo perchè così son sicuro che dopo mi rilasso, per esempio; resto sul divano perchè così non ricevo rifiuti non devo confrontarmi con altri etc. Sono esempi é chiaro… ma allora possiamo creare abitudini in cui siamo più presenti, in cui riusciamo a decidere più consciamente? Questo é il momento di una bella notizia: “SI”, si può fare come?abit2

Come si può creare un’abitudine? Non con un miracolo, non con un esorcismo, ma come tutte le cose che si imparano da piccoli… RIPETERE! E’ questione di allenamento, se voglio cambiare un’abitudine che ho capito non essere costruttiva per me in questo momento della vita, devo capire qual è il vantaggio più o meno nascosto che mi porta questa abitudine, e riportare lo stesso vantaggio con altre azioni e ripetere, ripetere e ripetere. Chiaro, scritto così sembra la scoperta dell’acqua calda, ma pensaci bene é talmente semplice come idea che é faticosa…  all’inizio.
Pensa se da pantofolaio fermo sul divano, decido che é ora di perdere un po’ di peso e inizio a correre… i primi passi saranno pesanti, i primi metri interminabili e una voce interna che sussurra:”ma si stava così bene sul divano chi te lo fa fa?” Oggi, domani, dopodomani, dopodomani ancora… fino a che si esce a correre senza accorgersene, anzi se ne sente la mancanza quando per un imprevisto si salta.  Vero?

Oh attenzione un attimo, le nostre abitudini però non sono solo i gesti quotidiani, i propri “rituali”, sono anche i propri pensieri… Se sei abituato a pensare di essere un fallito, le tue abitudini al lavoro saranno non produttive, nella vita privata uguale…
Se ci si abitua ad ascoltare brutte notizie, ci si dispiacerà quando avviene qualcosa di bello e di positivo, e si farà in modo di ottenere altre brutte notizie.
Abituiamoci alle belle notizie! Abituiamoci a pensare in modo costruttivo! Abituiamoci a sorridere di più!

In conclusione un piccolo mantra… Abbi cura delle tue parole perchè diventeranno i tuoi pensieri; abbi cura dei tuoi pensieri perchè diventeranno le tue azioni, (e poi abitudini); Abbi cura delle tue azioni perchè diventeranno i tuoi pensieri; abbi cura dei tuoi pensieri perchè diventeranno le tue parole. Poi per il resto é solo questione di Allenamento!

Sorriso ed Entusiasmo a Tutti

NeoLife, NeoLifer, NeoLifest

prop1.jpg
Con l’anno nuovo, quanti sogni, desideri e obiettivi ti sei annotato? Tanti o Pochi, Ambiziosi o Meno? Quanti buoni propositi? Palestra, dieta, relazioni varie, promozioni al lavoro e quanti altri ancora più specifici e personali possiamo annotare insieme… Giusto?

Bene ottimo, ma hai pensato al “Come” rendere questi propositi fatti concreti? Hai mai riflettuto su “Come” evitare l’effetto fiammifero, una fiammata all’inizio e poi puzza?
Anch’io ho fatto un piccolo bilancio del mio 2016 e ho tracciato il “business plan” del 2017… e sai cosa é venuto fuori? Senza che ci perdiamo nei dettagli, ho deciso pienamente di assumermi la responsabilità… Di cosa mi chiederai? E’ qui che viene il bello….

La responsabilità di condividere con te un’opportunità… L’opportunità di trasformare un proposito in concretezza, i desideri in risultati…
Sii sincero, non tanto con me, ma con te stesso… Sei Felice o Realizzato? Per Te e per i Tuoi Cari (soprattutto se sei genitore come me), vuoi una vita al TOP o vuoi accontentarti? Vuoi insegnare ai tuoi figli a sognare senza poter realizzare i loro sogni, o vuoi insegnargli a viverli? La stramaggioranza di noi “molla”, per carità niente di male o di sbagliato… però la stessa stramaggioranza di persone che mollano, lavorano per una minima minoranza di persone che non mollano, che si assumono la responsabilità dei loro “buoni propositi”. cropped-leader3.jpg

Certo lo so é un salto quantico, ma se Tu potessi avere l’opportunità di sceglierti il lavoro che ti piace senza doverti preoccupare dello stipendio, del fatturato o degli andamenti del mercato; Se Tu avessi tra le mani l’opportunità di avere le risorse economiche per poterti dedicare anima e corpo alle Tue passioni e ai Tuoi sogni; Se Tu potessi avere un’opportunità così forte da: poter giocare con i Tuoi figli senza guardare l’ora, vivere la vita che vuoi come vuoi Tu, senza rendere conto ad altri se non ai tuoi cari; di regalare ai Tuoi figli la libertà di sognare senza compromessi… Tu cosa faresti?

Già… immagino la tua risposta… Si certo… la sfrutterei a pieno… ATTENZIONE!!! All’effetto fiammifero… Cogliere l’opportunità significa fare un patto con se stessi, accettarsi nel bene e nel male.  Essere onesti con se stessi capire i propri limiti e valorizzare le proprie potenzialità…

landingpage_mBene l’opportunità NeoLife  é  quel mezzo che ti può permettere di realizzarti, di far crescere il tuo potenziale e regalarti il sogno più grande la LIBERTA’… la libertà di scegliere un  lavoro o un altro; la libertà di avere tutto il tempo per i tuoi cari; la libertà ai tuoi figli di non sentirsi mai costretti dalle circostanze… Puoi scegliere!

Lo so magari avrai incontrato altri che vantano le stesse cose, lo so benissimo tutti i giorni anche a me vengono proposti nuovi network e nuove opportunità.  La NeoLife però è diversa sai in cosa? In 5 anni che conosco questa azienda, ho incontrato persone speciali, alcune persone semplici, altri dai risultati eccezionali, incredibili; qualcuno da poco tempo in questa attività altri da 40 anni e più… sai tutte queste persone cosa hanno in comune… Tutti e dico Tutti… se ti dicono una cosa quella è… credimi posso sembrare di parte ma io ero più scettico di te, talmente scettico che sono andato a vedere la sede se era la stessa delle foto nelle brochure, da google ho visto la sede in California… Dubito che tu possa essere più scettico! Credimi quando senti dire che la NeoLife ha le persone al primo posto é perchè è così; quando senti dire che in NeoLife onestà e sincerità sono valori fondamentali é così… ho lavorato per aziende che si vantavano di tutto di più, però non mettevano mai per iscritto piani marketing, compensi e provvigioni, in NeoLife tutto è scritto per tutti!

Scegli… Vuoi cogliere l’opportunità di essere libero economicamente e di poter esprimere tutto il tuo potenziale? Vuoi cogliere l’opportunità di poter fare la differenza nella tua vita, nella vita dei tuoi figli e negli altri? Vuoi questa opportunità?

Bene fissiamo un appuntamento al 3454576168 oppure via mail a gabrypirascoach@gmail.com

Sorriso & Entusiasmo a presto!

Gabry Coach

 

 

Bilanci e Nuovi Propositi, A Quando Realizzare i Propri Sogni?

Ciao Follower, pronto per l’ultimo articolo 2016? Bene immagino che come me, anche tu stai pensando: “caspita anche il 2016 è già andato!”. E come molti pensi e ripensi  “avrei potuto”, “questo è andato bene, quest’altro é andato male”, “meno male che è finito, speriamo vada meglio il 2017” etc etc…. Giusto?

dream3

Insomma un po’ tutti tiriamo le somme, al lavoro, in famiglia… Non so il tuo 2016 come sia andato ma il mio é stato grandioso… altalenante in alcuni mesi, deprimente in altri ma sicuramente questo 2016 è stato un anno speciale per me! Tanta soddisfazione al lavoro, benissimo con mio figlio… e chissà manca ancora un giorno…
Il tuo come è andato? Bene, male non importa perchè sicuramente qualcosa ti ha lasciato… Gioie e dolori sicuramente; forse il bilancio é andato in pari, forse in negativo o forse chissà cosa hai guadagnato economicamente e umanamente?
Nel frattempo che fai i tuoi conti, nel mentre che ti prepari a tutti i festeggiamenti vorrei farti riflettere… Quanti nuovi propositi hai scritto sulla tua agenda? Quanti nuovi obiettivi? Se lo hai già fatto ottimo, ma se ancora non l’hai fatto… Nuovi obiettivi, nuovi propositi ma ai tuoi sogni hai mai riflettuto? Sai perchè te lo chiedo? Perchè  se non tieni i tuoi sogni come riferimento, finisce che potresti agire, spendere un sacco di tempo e di energia, per i sogni di qualcun altro,  che si realizza grazie ai tuoi risultati e ai tuoi obiettivi… Soprattutto nel lavoro. Lavori per un’azienda hai target, budget, orari e mansioni da rispettare? Bene quell’azienda al 99,999999% é stata il sogno del suo fondatore ma non il tuo! Ci avevi mai pensato?

Eh già brutto colpo vero? Lo so, lo so… la vita, le circostanze e le responsabilità, ti costringono a mettere da parte i sogni per gli obiettivi… primo fra tutti portare a casa la pagnotta giusto?  ti capisco anch’io da genitore mando giù dei bocconi amari, anche amarissimi però al di fuori del lavoro, compatibilmente con i diversi impegni, lavoro ad un sogno… il MIO sogno… quale? Scusami ma questo lo tengo per me…

cropped-imagescapipzx2.jpg

Ti è chiaro la differenza tra sogni e obiettivo? Beh diciamo che per semplificare gli obiettivi possono essere anche assegnati da terzi, oppure dei limiti alle proprie potenzialità… i Sogni invece sono solo tuoi… nessuno può assegnarti un sogno, misurarlo, giudicarlo o altro… Il  Sogno é ciò che vuoi veramente e rappresenta il tuo vero “io”… L’unico effetto collaterale? Il famoso “cassetto”… Dove tutti i sogni migliori vengono rinchiusi e nascosti…. Questo cassetto che sta li prende polvere e purtroppo, con il tempo, non si riesce più ad aprire, ed é fatto da tante cose… tante… tranne il legno!  Fatto di paure, credenze limitanti, giudizi e pregiudizi… La bella notizia é che esiste una chiave per questo cassetto… una chiave speciale… Un’altra bella notizia è che ognuno ha la chiave giusta per il proprio cassetto… solo che siamo disordinati, sbadati, distratti… Vuoi trovarla e usarla?

Vuoi sapere se l’ho trovata? e se l’ho usata? Beh ad essere sincero sì… e come ti ho detto prima, ogni giorno lavoro al mio sogno, un pezzetto, giorno per giorno un passetto alla volta. Uso uno strumento speciale… si chiama… NeoLife… ma questa è un’altra storia…

Comunque dai come al solito aspetto tuoi commenti, feeback, e qualsiasi domanda via mail gabrypirascoach@gmail.com  oppure al cell 3454576168

il mio augurio per il nuovo anno… Apri il Cassetto e lavora per i Tuoi Sogni!!!

dream2

Ci Sono Ma Non Si VeDoNo!

L’altro giorno stavo seguendo un servizio sulle olimpiadi. In particolar modo sono rimasto colpito dal confronto con quelle di Berlino durante il nazismo, e quelle di Roma del 1960. Incredibile quanti atleti e quante persone coinvolte, l’impatto sul pubblico, la macchina organizzativa etc. e allora mi sono chiesto quanto è importante il lavoro, il merito di chi é dietro, di chi arriva secondo, di chi c’era ma ha comunque partecipato a rendere grande un evento, a trasformare una piccola bottega in un marchio di alta moda, i sogni in grandi aziende.
Da allenatore era ben chiaro l’importanza della panchina, avere persone pronte a non essere protagonisti ma pronte al tempo stesso, sulla necessità, di fare la differenza!
Quando accendo il caminetto sono i legnetti più piccoli che mi permettono di avviare il fuoco per poi bruciare i ciocchi più grossi. Ed é così anche nelle aziende di qualsiasi tipo sono quelli che non si vedono che trasformano 4 ruote in Auto da Formula1, ma ci ricordiamo solo dei piloti, o dell’amministratore delegato. E allora rendiamoci conto tutti, sia tu che stai leggendo, che io stesso,  di quanto siamo importanti, di quanto ogni gesto, comportamento o risultato, che forse mai nessuno noterà o si ricorderà, partecipa alla collettività. Pensa ad internet cosa sarebbe internet se né te né io ci collegassimo o facebook uguale… Giusto?  E allora pensa quanto sei importante, pensa a quanto potenziale hai, pensa a tutti quei piccoli gesti che ti sono venuti spontanei, forse banali, forse sbagliati ma che rendono la tua vita unica e irripetibile!
Sai, da quando mi occupo di sport e di network ho incontrato persone speciali, che hanno ottenuto dei risultati incredibili, entusiasmanti. Eppure nonostante le differenze enormi tra di loro TUTTI, credimi TUTTI loro, delle celebrità nel loro settore, erano grati a qualcun altro che nessuno conosce e che nessuno si ricorda o se ne ricorda in pochi.
Se hai letto il blog sai che sono papà, come tanti certo. Ma se  anche nessuno mi intervisterà in televisione, non farò mai un film, o non parteciperò mai ad una olimpiade in ogni caso sto facendo la differenza per mio figlio. Mi impegno per lui e i miei risultati saranno per lui… e credimi amico lettore ne vale assolutamente la pena.
Ho fatto l’allenatore, ogni tanto ho vinto, ogni tanto ho perso, ma i ragazzini che ho allenato si ricordano del gelato post partita… piccola cosa vero? Eppure credimi quando vedo un allievo in palestra che da sedentario riesce a correre un minuto in più é una gioia sconfinata! Certo che mi sarebbe piaciuto allenare grandi campioni, partecipare alle olimpiadi o partecipare ai convegni NeoLife da protagonista presidente e relatore… certo a chi non piacerebbe? Ma  nel mio piccolo, nella mia “invisibilità” riesco comunque a fare la differenza, riesco a trasformare il mio potenziale in risultati, piccoli é vero ma con un grande, grandissimo valore. Potresti pensare: “si la fai facile… fai un lavoro in cui é normale tutto questo…” Sì é vero ma anche Tu!  Tutti se ci facciamo caso siamo importanti. Pensa ad un operaio in una catena di montaggio: se salta lui c’è un problema da risolvere quindi facendo bene il suo dovere permette a tutto l’ingranaggio di funzionare. Sei genitore? Pensa a che fortuna che si ha ad esserlo. Quando tuo figlio o figlia ti sorride ne vale la pena o no?
Forse  la chiave del successo non la troverò mai non lo so, ma:
1) Sono grato ai miei genitori, ai miei mentori, alla mia famiglia moglie figlioletto di Tutto, lacrime sorrisi, gioie e dolori. Ai miei collaboratori e colleghi senza cui nulla sarebbe possibile. Sono grato ai miei allievi/clienti della loro fiducia.
2) Pur restando “invisibile”, non mi arrendo alle difficoltà, alle critiche, a tutti quelli che mi dicono: “ma lascia perdere, chi te lo fa fare!”.
3) Nell'”invisibilità” riesco ad essere felice e coerente con me stesso, quando sbaglio lo ammetto e ne accetto le conseguenze, e con onestà e semplicità riesco a fare la differenza, a volte piccola a volte grande, ma pur sempre differenza.
Credimi amico lettore anche tu ogni giorno fai la differenza, forse nessuno te lo hai mai detto  ma é così… ancora non ci credi??? Pensa a quando sei nato la differenza che hai fatto per i tuoi genitori o per i tuoi fratelli! Pensa a quando hai offerto un caffè ad un collega quando aveva bisogno di un attimo per tirare il fiato o di scambiare due parole… Pensaci a quante persone hai fatto o puoi ancora fare la differenza!.

Spero che questo articoletto ti sia piaciuto… Se vuoi insieme possiamo fare una differenza ancora più grande. Ti interessa?

Ridere E Piangere

Ridere e Piangere? già adesso ti spiego. L’altra sera torno a casa dopo una di quelle giornate che non solo ti senti stanco, ma ti lasciano prosciugato… Hai presente? Mi metto sul divano con mio figlio e provando a rilassarmi accendo la tele. Tra un programma e l’altro mio figlio inizia a saltellare, gattonare e ad arrampicarsi sopra al divano sopra alla mia testa… Ovviamente il mio tentativo di rilassarmi é miseramente fallito, e inizio a giocare con il bimbo. Risate scherzi smorfie… le solite cose…  poi tra una pernacchia e una capriola, tra una risata e l’altra, mio figlio sorridendo si ferma e mi fissa con una luce negli occhi indescrivibile, solo chi è genitore può capirmi e mentre sorridevo, e incrociavo il suo sguardo, inizio a Piangere… E già a piangere ma non di tristezza, o chissachè. Un terremoto di emozioni oltre ogni livello di pensiero, mentre sentivo le lacrime sentivo anche una scintilla dentro che mi ha inizialmente restituito le forze, e poi mi diceva “SI certo che ce la fai”, “SI certo sei in grado” “SI” “SI” “SI”… Una scintilla che mi rende sicuro, forte e pienamente consapevole del mio potenziale!  In un attimo la fatica, i dubbi e le paure si sono trasformate in energia, attenzione non in motivazione o forza di volontà assolutamente. Mi sono sentito pienamente me stesso, perfettamente centrato nei miei progetti e consapevole di tutto ciò che posso fare!  Già grazie a quel sorrisetto e a quella lucina nel suo sguardo ho capito come trasformare i miei pensieri in progetti, e come dargli vita con azioni concrete!  E alla domanda: ma perchè? chi te lo fa fare dopo il lavoro? non è meglio stare a casa?  La mia unica risposta é: Perchè non Fare o quanto meno provarci? E credemi amico lettore mi sembra strano per chi é genitore, o chi si sente che merita di più dalla vita non faccia niente di più di quello che sta già facendo; faccio veramente fatica a capire queste persone e mi spiace per loro.
E’ quella scintilla che mi fa organizzare il cashflow, occuparmi di network, scrivere questo articolo sul blog, il blog stesso, dare il massimo al lavoro, leggere un libro!
Non ti è mai capitato di ridere e piangere allo stesso tempo? Peccato perchè ne vale la pena credemi. Ridere e Piangere mi ha reso più centrato e consapevole su cosa c’è da fare e perchè! Altro che motivarsi, altro che filosofie newage o chissachè… Semplicemente Faccio!

Ti auguro di Ridere E Piangere il prima possibile!!!

Ma Chi Te Lo fa fare?

img_20160618_152544Questa è forse la domanda che più mi son sentito fare, non solo quando vado di sera dopo il lavoro in palestra, partecipo a corsi, seminari, NeoLife e non o mi leggo uno o più libri di formazione. La cosa strana è che le persone che mi pongono questa domanda, per quel che le conosco, avrebbero già la risposta, o molte più ragioni nel fare anch’esse le stesse cose per cui scateno la loro curiosità.  Prima di rispondervi facciamo insieme una considerazione e un ragionamento ti va?
Che lavoro svolgi? Perchè lo fai? o Per chi?… Forse per te la risposta é scontata: “lo stipendio” giusto? Forse é la passione per una determinata professione o percorso di studio, come per me lo è stato lo sport, o per alcuni la musica o gli artisti di strada…  Poco più di due anni fa circa anch’io avrei dato queste risposte, poi invece la vita e mia moglie mi hanno regalato il dono più bello nostro figlio Noah. Perchè ti dico questo? Perchè tutto il lavoro che ho svolto in palestra con gli allievi, tutto quel che ho imparato, che mi sono studiato, che mi sono sudato giorno dopo giorno, a mio figlio non gli arriverà NULLA! Già è brutto ma è così di tutto il mio lavoro a mio figlio non ne avrà MAI nessun beneficio. Si lo so cosa stai pensando, dico così perchè da dipendente non ho niente, nessuna attività; ma in realtà è così per tutti lavori ed i mestieri. Se sei dipendente tutto finisce con la pensione, (se ci arrivi), o con il termine del contratto. Se sei un libero professionista anche se tuo figlio o figlio prosegue la professione dovrà per forza di cose crearsi nuovi clienti, aggiornamenti sempre più veloci e frequenti con tecnologie diversissime, per cui anche in questo caso niente! E nel caso di un imprenditore? Uguale perchè un figlio avrà esperienze, competenze e informazioni talmente diverse che se pur segue l’azienda di famiglia gli darà una direzione diversa… e quindi? 40 ore a settimana buttate nel cesso? Anni di impegno senza godersi i figli, le recite e i momenti magici di biberon, pannolini, smorfie e sorrisi; passati via per poi alla fine PooHHUuuFFFFFF niente!
Ecco invece con l’attività NeoLife posso costruire per Noah una rendita automatica di cui potrà benificiare senza necessariamente dedicarsi esclusivamente ad essa. Potrà scegliere di fare qualsiasi cosa senza esserne schiavo. L’attività di network NeoLife é vendibile e/o ereditabile. Figo no?Che lusso lavorare senza preoccupazioni o lo stress di arrivare a fine mese… WoW un’occasione che non posso non sfruttare, che ne dici?

Eccoci quindi alla risposta… Chi me lo fa fare? Mio figlio! non posso permettermi di non impegnarmi, é troppo importante, tutta la mia esperienza e competenze con il lavoro “tradizionale” svanirà con me, il network NeoLife o GNLD invece resterà per sempre a Noah piccolo o grande non si sa ancora ma gli resterà!
Ecco perchè per tuo figlio/a ne vale la pena. Tornare a casa con la sincera convinzione che ,quando leggo un libro o partecipo ad un evento o tengo una presentazione, a Noah tornerà TUTTO il frutto del mio impegno.

Se sei un genitore non si può non tentare, che ne pensi? Non si può mollare…
Se sei d’accordo creiamo INSIEME un team di Mamme & Papà NeoLifers!

Mandami una mail a gabrypirascoach@gmail.com